Protezionismo.

Dopo aver letto il post di Barbara, mi sono ricordata del passeggino visto qualche giorno fa sotto la pioggerellina di inizio primavera: era un passeggino con tre ombrelli piantati sopra per evitare che il bimbo si buscasse anche solo una goccia di pioggia (che farà mai una po’ di pioggia, dico io). Nel frattempo, mentre il pargolo moriva sotto la coltre di poliestere con stampa tartan, la mamma (skinny e stivale con tacco a stiletto) e il papà facevano compere in centro.
Visto che non era un classico temporale estivo, ma un’insistente pioggia di aprile, non posso che pensare che da parte di quei due genitori ci fosse stata una chiara premeditazione. Immagino già il dialogo:
Lei – “Andiamo in centro a comprare le scarpe nuove?”
Lui – “Sì”
Lei – “Preparo il passeggino: visto che piove porto tre ombrelli per proteggere Lorenzo”.
Io non sono mamma, ma amo molto i bambini figli di persone di buon senso. Amo frequentarle, e frequentare i loro figli. Qualcuno però, per favore, nel frattempo salvi Lorenzo.

Annunci

About this entry